LA STORIA

L'Antico Frantoio Caletti è sicuramente uno dei primi a sorgere nella zona.

Situato nel cuore della valle Umbra a Campello Sul Clitunno, tra gli splendidi colli di Assisi, Foligno e Spoleto, produce olio extra vergine di oliva fin dalla seconda metà del XVII sec.

L'azienda, a conduzione familiare, conserva ancora le antiche tecniche di raccolta e molitura delle olive tramandate da generazioni a generazioni.

La lunga esperienza maturata nel settore consente di ottenere un olio che riassume in se due secoli di tradizione e cultura contadina prioettati nel nostro tempo.

I visitatori del frantoio, durante il periodo della frangitura, possono assistere alla lavorazione delle olive e degustare l'olio appena nato, accompagnato dai prodotti dell'azienda.


 


 

Il territorio

Campello sul Clitunno è famoso per il suo olio extra vergine di oliva. Grazie al particolare clima e alle caratteristiche del terreno è uno dei luoghi più importanti nella produzione di olio extra vergine di oliva di alta qualità. La proprietà della famiglia Carletti, caratterizzata da dislivelli e pendenze che favoriscono il passaggio idrico dell'acqua, ha comportato la realizzazione di muri a secco intorno alle piante di ulivo, per la conservazione del terreno.

 La varietà MORAIOLO è il cultivar prevalente in questo territorio. Inserita da molti secoli in questo ambiente con un clima continentale freddo (che rende quasi impossibile l'attacco della mosca olearia), le caratteristiche del terreno e le tecniche di coltivazione (senza ricorso a trattamenti a base di fitofarmaci), contribuiscono al raggiungimento di vertici qualitativi irripetibili in qualsiasi altro ambiente.

 

LA RACCOLTA

La raccolta delle olive inizia intorno alla metà di ottobre e continua per tutto il mese di novembre e dicembre, quando la buccia delle olive assume un colore rosso vinoso quasi nero, alla fase dell'invaiatura del frutto. Viene effettuata esclusivamente a mano scegliendo i frutti migliori, con appositi pettini e sacche a tracolla su lunghe scale a pioli di legno, evitando il contatto  con il terreno o l'uso di mezzi meccanici che potrebbero rovinarne il frutto. Questa tecnica è sicuramente la più dispendiosa, ma consente tuttavia di raccogliere frutti integri e al giusto grado di maturazione.  Rappresenta il primo degli elementi fondamentali per ottenere un olio extra vergine di oliva fragrante e privo di odori sgradevoli.


Lo stoccaggio delle olive

Non meno importante al fine di ottenere un olio vergine esente da difetti è il metodo di stoccaggio delle olive. L'ideale è che le olive siano raccolte in apposite cassette aerate in plastica, non in legno,  e che queste cassette siano conservate lontano da fonti di calore e che le olive siano frante nel giro di 24-48 ore dalla raccolta. Questo garantisce che le olive non fermentino in modo anaerobico dando origine alla formazione di alcoli alifaticiche produrrebbero nell'olio difetti quali riscaldamento e in casi estremi muffa.

 

 L'ESTRAZIONE

L'estrazione dell'olio viene effettuata attraverso il sistema tradizionale, con macine in granito Sardo, presse idrauliche e separatore. Un procedimento importante che consente di produrre un olio extra vergine di oliva di "Prima Spremitura a Freddo", non sottoposto cioè a variazioni di temperatura.

Una volta schiacciate le olive, la pasta ottenuta viene raccolta e tenuta in movimento da una gramola che la distribuisce su dei diaframmi forati e circolari detti "fiscoli", fino al completamento di una colonna che verrà poi inserita all'interno della pressa.  L'acqua di vegetazione e l'olio risultanti dalla pressione vengono poi divisi dal separatore.

L'olio non subisce alcun processo di filtratura artificiale, quindi è naturalmente decantato.

Si presenta all'occhio di intenso colore verde, piacevole e fresco all'olfatto, delicato e gradevolmente fruttato al palato.




PayPal